Fermiamo la corruzione, sosteniamo la proposta di legge "La Torre bis"

 Firma qui

Twitter
 
Raffaele Marra, ex finanziere e braccio destro del sindaco Virginia Raggi, già fedelissimo di Gianni Alemanno, è stato arrestato oggi per corruzione a Roma ed il gip ne ha sottolineato la pericolosità sociale.
 
L’accusa è emersa nell’ambito dell'inchiesta sulla assegnazione delle case Enasarco, una vicenda che risale al 2013. 
 
Arrestato insieme a lui anche il noto costruttore Sergio Scarpellini.
 
Paola Muraro, assessora all’ambiente del comune di Roma, si era già dimessa per aver ricevuto un avviso di garanzia per violazioni in materia ambientale sulla gestione e lo stoccaggio dei rifiuti quando era consulente dell’Ama. 
 
Il sindaco Virginia Raggi ha assunto la delega ad interim, ma la giunta capitolina è in tilt ed a questo punto si potrebbero ipotizzare come legittime e doverose le dimissioni da parte di Virginia Raggi.
 
A Milano Giuseppe Sala è indagato per i fatti riguardanti il più grande appalto Expo, quello della piastra sulla quale è stata costruita tutta l’esposizione.
 
Già circolavano voci di coinvolgimento prima della sua candidatura a Sindaco, Expo è una piovra che ha allungato ovunque i suoi tentacoli, e molti si sono fatti trovare pronti e proni a dire si.
 
Giuseppe Sala si è recato dal Prefetto e si è autosospeso da Sindaco, in attesa, dice, di venire a conoscenza di tutte le accuse a lui rivolte e valutare il da farsi.
 
Due grandi città della nostra povera Italia con le istituzioni in ginocchio; la corruzione e la mafia dilagano, il malaffare impera, gli arrivisti e gli incompetenti fingono di non sapere e di non aver saputo, la finanzia e le grandi industrie saccheggiano anche l’aria.
 
Sale forte ed urgente il grido di Azione Civile e del suo Presidente Antonio Ingroia: la proposta di Legge Ingroia-La Torre che prevede il sequestro e la confisca dei beni dei corrotti, così come già previsto per quelli dei mafiosi non può più attendere!
 
“Mafia e corruzione sono due facce della stessa medaglia” ed oggi ci ritroviamo in una situazione di “emergenza nazionale”, l’etica e la pulizia morale paiono rare; ogni persona per bene ha il dovere e il diritto di ribellarsi a questa tristissima realtà. 
 
Azione Civile propone con forza all’attenzione dei cittadini la necessità di una grande mobilitazione su questi temi, pensando anche a una raccolta di firme per poter presentare la proposta di Legge Ingroia-La Torre come disegno di legge di iniziativa popolare, non ci scoraggeremo e non ci fermeremo. 
 
Non lasciamo che i nostri figli, i nostri nipoti si possano abituare al malaffare arrivando magari anche a pensare che tanto son tutti uguali, che nulla si può fare: non è vero, non è così!!!
 
Azione Civile lotta ogni giorno per rendere il nostro paese migliore e perché la politica sia al servizio dei cittadini e del bene comune, per una politica ed una società libere e giuste.
 
Grazie fin da ora, a chi vorrà affiancarci in questo percorso doveroso e fondamentale per la vita democratica del nostro Paese. 
 
AZIONE CIVILE
 
GRUPPO LEGALITA’ – FAMIlLIARI VITTIME DI MAFIA 
e-max.it: your social media marketing partner

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna