Twitter

(Comunicato/Risposta ai tantissimi docenti che ci scrivono e che ringraziamo.)

Azione Civile sostiene tutti i docenti  iscritti in seconda fascia di istituto che chiedono l’inserimento in GAE (Graduatorie Ad Esaurimento) e chiede ancora al governo di cambiare la legge 27 dicembre 2006, n. 296.

Questi docenti hanno già un titolo di studio adeguato all’insegnamento, tanto è vero che nelle commissioni del  Concorso Docenti 2016 potrebbero addirittura essere riesaminati dagli stessi commissari che già li hanno ritenuti idonei all’insegnamento durante i corsi di Formazione, con esami che  si sono conclusi con la discussione di una tesi in presenza di un delegato del MIUR. Dopo anni di sacrifici economici, di studio, di insegnamento in tutte le scuole d’Italia, tanti di questi docenti hanno costruito una famiglia cercando di ignorare le incertezze economiche e  pensando che  alla fine  sarebbero stati assunti a tempo indeterminato grazie all’ esperienza  accumulata e al loro ottimo servizio.

Azione Civile invita il governo e il ministro Giannini ad ascoltare la voce dei docenti che protestano contro l’obbligo di partecipare ad un concorso farraginoso che li sta distogliendo dal seguire gli alunni che dovrebbero essere il primo pensiero anche di tutto il governo e di tutta l’Italia.

Azione Civile protesta contro la mancanza  di considerazione professionale verso persone che, negli ultimi anni, hanno occupato con massimo impegno i posti vacanti nelle scuole, dove, altrimenti, gli alunni sarebbero rimasti senza insegnanti.

Un governo che non ascolta non è un buon governo, perchè dovrebbe  sentire  l’obbligo morale ed etico di permettere a tutta la classe docente di lavorare “al suo fianco”  e non al di sotto di ordini  incongruenti  e  di coercizioni antidemocratiche.

La Scuola  rappresenta il polmone di tutto un Paese, ma se il polmone-scuola  smetterà  di pompare aria respirabile il Paese morirà  asfissiato.  Il cambiamento, che deve affrontare l’Italia per raggiungere nuovi risultati e risalire contro la crisi economica, passa dalla scuola e dagli studenti e solo i docenti potranno esserne i validi artefici.

 

Azione Civile Area Scuola. 

e-max.it: your social media marketing partner

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna