Twitter
Lo sconcerto di molti docenti che sono stati assunti nella scuola per il ruolo di “potenziamento” risulta chiaro dalle parole di un’insegnante ( che vuole rimanere anonima) scritte alla rivista . Sono tante le testimonianze di chi sta affrontando con un forte disagio il ruolo di ricoprire un posto di potenziamento in alcuni Istituti scolastici dove è stata male interpretata la legge 107. Questi docenti o vengono relegati al ruolo di supplenti tappabuchi, ma questo non dovrebbe rientrare nei loro compiti se non in casi eccezionali, oppure si occupano di progetti che, anche se seri e importanti, così non vengono percepiti dai professori di ruolo che da tempo ricoprono una cattedra nella stessa scuola e che si pongono con l’albagia di chi sente di avere garantita una certa superiorità nel curricolo scolastico. Leggiamo : “Nell’Ic in cui sono approdata – ci scrive l’utente in questione – ci sono sei classi, nel PTOF non si menziona nulla in merito al potenziamento. La dirigente ha affermato che per le due docenti con ore da assegnare, prima vengono le supplenze, poi, le ore alternative alla religione, per ultimi i progetti….. Premetto che unico progetto a me confacente e’ “etwinning” , ma non so se potrò svolgerlo solo con le due classi parallele e, dovendo sostituire chiunque in giro per le classi, riuscirò a portarlo avanti in modo efficace…. la collega nella mia stessa barca e’ alterata quanto me… pare che non siano nemmeno possibili ore in compresenza, mixandoci le classi, per creare attività di laboratorio….inoltre, mi sento anche dire da colleghe ignoranti: “ti devi occupare della pakistana (lezioni di italiano e sostegno nei compiti a casa di tutte le materie), c’è da pensare alla biblioteca, mi dovresti aiutare a fare un compito autentico per progetto di cui sono referente (ma tu vieni pagata per fare la referente di un progetto!!!)….e potrei anche dover sostituire maestre elementari in altri due istituti comprensivi … io ho fatto il liceo, l’università di lettere e filosofia, un corso di lingue… mai avrei voluto fare la maestra! Ma che razza di vita professionale mi aspetta??????? si parla tanto di pianificazione, progettualita’….tutte scemenze?” Dalle parole concitate dell’insegnante appare chiaro il danno che si sta volutamente facendo alla classe docente, un danno che ricade purtroppo anche sugli studenti. I docenti di potenziamento che vanno a sostituire i bidelli o a fare supplenze temporanee nelle classi, sono tutte risorse sprecate che mancheranno agli studenti. Nella nota del 5 Settembre 2016 il MIUR indica come tutti i docenti di un istituto faranno parte dell’organico dell’autonomia senza distinzione contrattuale, dunque tutti i docenti sullo stesso livello. "tutti i docenti dell’organico dell’autonomia contribuiscono alla realizzazione dell’offerta formativa attraverso le attività di insegnamento, di potenziamento, di sostegno, di organizzazione, di progettazione e di coordinamento". Dunque tutti i docenti dovranno svolgere attività di ogni tipo ma sempre nel rispetto delle loro competenze. Anche i docenti di potenziamento possono avere le loro classi e anche i docenti curricolari possono concorrere ai vari progetti di formazione. Per quanto riguarda le assenze da coprire e le sostituzioni da fare, anche in questo caso devono essere assegnate a tutti i docenti indistintamente. Il problema sorge quando i dirigenti scolastici si dimenticano di leggere una nota del MIUR, oppure quando decidono di gestire i nuovi docenti assunti come piace a loro. Tutto questo non è possibile che sia tollerato e, ancora una volta, chiediamo al MIUR controlli ispettivi a tappeto nelle scuole italiane, perché gli alunni hanno diritto a vivere il loro anno scolastico con la massima serenità e non secondo le paturnie di qualche dirigente che pensa di essere diventato il padrone assoluto della scuola e dei docenti. Caro Dirigente Scolastico, il suo lavoro sarà anche tanto e pesante, ma lei l’ha scelto e voluto, adesso pensi a creare nella sua scuola un ambiente collaborativo e sereno per i docenti e per gli studenti, i quali, come lei dovrebbe sapere bene, oggi abbandonano facilmente una scuola che funziona male, specialmente per colpa di certi dirigenti! Area Scuola di Azione Civile
e-max.it: your social media marketing partner

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna