Twitter
L’otto marzo è arrivato, ma non sarà il solito otto marzo.
 
Lotto Marzo è sciopero globale nei più svariati modi delle donne di tutto il pianeta, per cercare di condividere contenuti importanti e significativi, non la solita manifestazione ma un grande momento di impegno che possa generare azione costante, giustizia e speranza. 
 
Lavoro, salute, diritti, uguaglianza di genere, violenza, femminicidi, reddito di autodeterminazione, sfruttamento e tanti altri temi torneranno ad essere fortemente in primo piano durante questa giornata, saranno oggetto di confronto e proposte per un percorso attivo che ha tutte le intenzioni di proseguire nel tempo.
 
Non è un caso se nel Manifesto degli Intenti di Azione Civile troviamo queste parole:
 
“Vogliamo affermare la libertà delle donne e la parità di genere
In questi anni abbiamo assistito a un grave arretramento della condizione e della libertà delle donne nelle scelte fondamentali, dalla maternità al lavoro, si sono messe in discussione conquiste fondamentali come l’autodeterminazione in materia di procreazione, così come sono stati tagliati i fondi e indebolite le politiche di sostegno al welfare, compresi settori come istruzione e assistenza.
 
Azione civile si batte perché le donne abbiano le condizioni per vivere liberamente la propria vita, a cominciare dal diritto a un lavoro non precario, a servizi e tempi di organizzazione che garantiscano la tutela del lavoro di cura per entrambe le figure genitoriali e a politiche di redistribuzione del lavoro domestico, alla piena attuazione di tutte le norme a tutela dell’autodeterminazione femminile e delle pari opportunità nell’accesso a tutte le cariche pubbliche e private e dell’apparato dirigenziale.
 
Azione civile si batte perchè la lotta al femminicidio continui e diventi una battaglia culturale e normativa appartenente a tutti.”
 
Le donne e gli uomini di Azione Civile rivolgono un pensiero speciale alla sig.ra Lisa Picozzi,  ingegnere edile morta sul lavoro nell’anno 2010, e a tutte le donne che hanno perso la vita per infortunio sul lavoro; oggi appoggeremo e parteciperemo alle tante  manifestazioni che si svolgeranno in tutta Italia portando il nostro contributo, perché crediamo che un’Italia ed un mondo più civili siano possibili e per cercare di costruire insieme un mondo migliore per tutti.
 
Lo sciopero generale è stato ufficialmente proclamato sia nel settore pubblico che in quello privato da diverse organizzazioni del sindacalismo di base. Questo vuol dire che in quel giorno sarà garantita la copertura sindacale a tutte le lavoratrici e i lavoratori, qualunque sia la propria categoria di appartenenza. 
Di seguito due link ai quali potete informarvi:
 
 
 
Mettiamoci in movimento!!!
 

 

AZIONE CIVILE
e-max.it: your social media marketing partner

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna