"Certo che devono avere stomaco gli elettori del M5S per digerire l'elezione della Alberti Casellati alla presidenza del Senato, seconda carica dello Stato. Una fedelissima di Berlusconi, sempre in prima linea a difesa del capo, impegnatissima contro le 'toghe rosse' e a sostegno delle leggi ad personam, giusto per citare solo qualche voce del suo lungo curriculum berlusconiano". Così Antonio ingroia e Giulietto Chiesa, fondatori della Lista del Popolo per la Costituzione, in una nota. "Ma pensiamo - aggiungono - che quegli stessi elettori potrebbero perdonare i loro eletti per questo gravissimo gioco al ribasso per uno scambio di poltrone solo se fosse preliminare non all’ennesimo inciucio, con il M5S al posto del PD alla corte di Berlusconi, ma a una svolta per far funzionare in fretta le Camere e approvare finalmente una legge elettorale costituzionale e proporzionale, che rispecchi la volontà degli elettori e cancelli l'incostituzionale e fallimentare Rosatellum. Una legge senza premio di maggioranza, altro furto di sovranità popolare. Noi ci stiamo già lavorando e la porteremo al Presidente Fico perché ne agevoli quanto prima l’approvazione. Solo così - concludono Ingroia e Chiesa - si può imprimere una vera svolta democratica al Paese".
e-max.it: your social media marketing partner

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna