“Difficile sintetizzare cosa è stato Stefano Rodotà: un grande giurista, un uomo di vastissima cultura, un modello inesauribile di impegno politico e civile, uno tra i migliori interpreti del costituzionalismo, sempre dalla parte della Costituzione e dei cittadini meno tutelati. Sarebbe stato bello averlo al Quirinale, lo meritava e avrebbe sicuramente lasciato un segno importante in una fase delicatissima della nostra storia. La sua morte apre immancabilmente un vuoto enorme, resta però la grande lezione che in tanti anni ci ha dato. Cerchiamo tutti di farne tesoro”. Così Antonio Ingroia, presidente di Azione Civile, ricorda Stefano Rodotà.

 
e-max.it: your social media marketing partner

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna