I diritti inalienabili hanno pari dignità e vanno difesi e preservati ad ogni costo. Salute, ambiente sano e lavoro sono gli essenziali ed inalienabili diritti nei quali si muove e matura tutta la questione riguardante la vicenda della ditta Costa. Siamo vicini alle sofferenze ed alle ansie degli operai che rischiano il posto di lavoro, come lo siamo ora e lo siamo sempre stati accanto a coloro che chiedevano e domandano sicurezza per la salute e ambiente sano. Ancora una volta siamo a sottolineare le inadempienze della politica e dell'imprenditoria che fanno pagare il prezzo delle loro scelte scellerate ai più deboli che in un perverso gioco si identificano, guarda caso, con le maestranze. Un insediamento, quello di Costa, poco chiaro sin dal suo primo affermarsi al quale pochissimi si opposero quasi tutti conniventi al pari dei Comuni della Lunigiana che conferivano i materiali. Nel manifestare la nostra solidarietà, nella speranza che non si spengano presto i riflettori siamo a chiedere assunzione di responsabilità ed impegno a chi per ruolo e titolo ha il dovere di intervenire. Chiediamo sia fatto ogni sforzo per aprire un tavolo al quale intervengano tutti i soggetti interessati, Amministrazioni Regionali, Provinciali e Comunali, Sindacati, Operai, Azienda ed Unione dei Comuni, dal quale escano proposte concrete e non slogan elettorali. Non lasceremo soli i lavoratori e uniremo le nostre voci per non permettere che tutto questo scempio sociale passi in sordina oscurato dalle passerelle elettorali dei soliti noti. Movimento Azione Civile SI Sinistra Italiana
e-max.it: your social media marketing partner

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna