DISASTRI AMBIENTALI ANNUNCIATI

Migliaia di litri di greggio che rischiano di riversarsi in mare si aggiungono a quanto questi territori stanno già soffrendo.

Una situazione insostenibile quella dall'impianto Iplom, per il quale era previsto il rischio di incidente rilevante ed è accaduto assommandosi a quanto “normalmente” inquina.

Area a rischio gravissimo nella quale ogni singolo abitante ha per se 40 Kg di NOx, peggio solo Taranto dove ogni abitante ne ha 50 Kg.

Azione Civile nel suo essere vicino alle popolazione chiede siano messe in atto tutte le misure di emergenza e che si metta seriamente mano ad un piano di riconversione che alleggerisca i rischi per l'ambiente e la salute.

Azione Civile Liguria

e-max.it: your social media marketing partner

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna