Federico Pizzarotti, sindaco di Parma, ha ufficializzato il 3 settembre con una conferenza stampa il suo addio al Movimento 5 Stelle.

Il primo Sindaco pentastellato di una città capoluogo, dopo tante promesse non mantenute (come lo stop allinceneritore di Parma, lo abbiamo affamato finché abbiamo potuto ha affermato, come la tanto sbandierata istituzione dellufficio trasparenza atti comunali, il bilancio leggibile per i cittadini, gli scuolabus gratuiti, lImu al minimo per le piccole attività, la rimozione barriere architettoniche, il rafforzamento dei vigili di quartiere, ecc ecc ) e dopo tanti scontri aspri e prolungati con i cittadini in materia di sicurezza, servizi educativi, viabilità, gestione emergenze, smaltimento rifiuti ed altrettanti forti conflitti con i vigili urbani ed i dipendenti comunali, ha finalmente messo in atto almeno una delle cose che tutti si aspettavano da lui, e  abbandonando ogni ambiguità ha lasciato il Movimento 5 Stelle comportandosi da uomo libero, come egli stesso si è definito.

Federico Pizzarotti, rispettando le attese, durante la conferenza stampa ha palesemente attaccato ed accusato il suo ormai ex movimento di usare due pesi e due misure, leggi ad personam e di aver completamente stravolti gli ideali iniziali, passando dalluno vale uno, dalla democrazia orizzontale, al capo politico.

In proposito Azione Civile Parma non può che ribadire la sua condanna e la lontananza dai metodi arroganti e antidemocratici dei vertici del Movimento 5 Stelle, che non esitano ad espellere e sospendere chiunque osi discostarsi dalla linea del cerchio magico, dalla linea del padrone.

Che ne sarà del Movimento 5 Stelle locale non è ancora dato sapersi, si attendono le mosse dei fedelissimi del Sindaco.

In una città che si sta innervosendo perché pressata da problemi pesanti, tante sono le voci che circolano a Parma sul futuro politico dellex grillino e sono in molti a pensare che inizi ora la campagna elettorale per il sindaco Pizzarotti, in vista delle elezioni comunali 2017; dopo le fotografie con brindisi insieme al Presidente della Regione Bonaccini (Pd), dopo le dichiarazioni sulla possibile nascita di una lista civica da lui rappresentata, ecco arrivare voci di una probabile alleanza con Favia, ma lultima news che circola insistentemente in città è lavvicinamento a Civati.

Il Sindaco si è affrettato a smentire tutto, dicendo di non essere intenzionato, al momento, alla creazione di nuovi partiti o movimenti e di non avere nessuna tessera in tasca, ma la cittadinanza si chiede se la prossima tornata elettorale sia il vero motivo delle dimissioni dal Movimento 5 Stelle; è chiaro che siano in atto grandi manovre.

Viviamo in una città insoddisfatta nella quale i cittadini raccolgono

 firme contro varie disposizioni comunali, nella quale aree della estrema destra cercano e ottengono consensi proponendosi come volontari benefattori custodi della sicurezza, della vigilanza sociale e del decoro urbano, una città nella quale lemergenza povertà sta assumendo aspetti drammatici e dove si sta creando il panico per unemergenza sanitaria: di fronte a tutto questo è forte la richiesta che il Primo Cittadino, dopo aver risolto i suoi problemi personali con il Movimento 5 Stelle, torni finalmente ad occuparsi e si occupi a tempo pieno della città.

Si sono resi conto in Comune dellemergenza sanitaria a Parma?

Nel quartiere Montebello da più di una settimana è in atto una epidemia di legionella: 2 vittime, 3 persone in gravi condizioni, una ventina di ricoverati  e per ora una trentina di contagiati, ma purtroppo aumentano i casi ogni giorno.

IL COMUNE NON HA MESSO IN ATTO ALCUN PIANO DI EMERGENZA!!!

E indispensabile venga attuato al più presto un piano di informazione a tappeto, (anche porta a porta) rivolto agli abitanti della zona interessata, che venga istituito un numero verde a servizio dei cittadini che fornisca giuste indicazioni sulle azioni da mettere in atto per prevenire il contagio, ed allo stesso tempo occorre tranquillizzare spiegando che la legionella non si trasmette da persona a persona.

I cittadini si domandano: lacqua di Parma è da ritenersi potabile, è consigliabile il suo uso oppure no?

l risultati dellindagine ambientale per sciogliere il rebus sulla causa iniziale del contagio ancora non si conoscono, nel frattempo che si fa?

Capiamo bene che in casi di emergenza sanitaria le parole vadano dosate con cura, ma i cittadini hanno diritto di sapere ed il Sindaco è il primo responsabile della condizione di salute della popolazione del suo territorio. Il consiglio comunale condivide questa responsabilità.

Ed è proprio a questa responsabilità che Azione Civile Parma vuole  richiamare il sindaco Federico Pizzarotti, novello uomo libero, e tutto il consiglio comunale.

 

 

AZIONE CIVILE PARMA

e-max.it: your social media marketing partner

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna