Twitter
“Solo pochi giorni fa, chiedevamo per Israele, "DUE popoli, DUE stati". Oggi assistiamo alla realizzazione del disegno criminale di Benjamin Netanyahu, espellere i palestinesi dalla loro terra, nel silenzio colpevole della comunità internazionale, con la scellerata complicità di Donald Trump. Il provocatorio trasferimento dell’ambasciata americana a Gerusalemme ha già causato 62 morti e oltre 2.000 feriti, tutti palestinesi. Da anni si sta consumando un vero genocidio. Sotto gli occhi del mondo, la situazione diventa ogni momento più esplosiva, mettendo a rischio la stabilità mondiale, non solo del Medio Oriente. L’Italia è diventata complice del nuovo olocausto. L’iniziativa dell’israeliana “Comtec Group” di far partire il Giro d’Italia da Gerusalemme, battezzato dal ministro Lotti, ha provocato manifestazioni di protesta ovunque. La maglia rosa è macchiata di sangue. Non c’è nulla, proprio nulla, da festeggiare. Compiamo un gesto di dignità e lanciamo un messaggio al mondo. Si abbia il coraggio di FERMARE il GIRO d´ITALIA!”. Così in un comunicato Azione Civile, il movimento fondato da Antonio Ingroia.
e-max.it: your social media marketing partner

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna